Scegliere il lavoro giusto

Scegliere il lavoro giusto restando coerenti con sé stesse

Sono davvero moltissime le donne che si rivolgono a me per svoltare in ambito lavorativo. In particolare, mi chiedono supporto quando si trovano a dover scegliere tra diverse opzioni di cambiamento.
Se anche tu sei a un bivio che ti manda in confusione e ti genera ansia e senti di aver bisogno di una svolta nella tua professione, capisci certo di cosa parlo.
Forse hai un lavoro da dipendente, più o meno soddisfacente, e stai valutando di cambiare azienda o addirittura di intraprendere la libera professione.
O forse, al contrario, sei una professionista indipendente e senti che “ti manca qualcosa”.
Bene, in questo articolo ti condividerò la mia esperienza personale, oltre che alcune strategie pratiche per aiutarti a superare questo stallo.


Cosa troverai in questo articolo:


Lavoro dipendente, libera professione o imprenditorialità? Cosa fa davvero per te?

Il lavoro da libera professionista non fa per tutte. …Nemmeno il posto fisso, né tanto meno, l’imprenditorialità.
Le donne che si rivolgono a me perché sono bloccate davanti a una decisione professionale che le immobilizza, sono protagoniste in genere di 3 scenari.

  • Il PRIMO SCENARIO ti appartiene se hai un posto fisso che ti rende insoddisfatta. Magari ti senti frustrata nel tuo lavoro, non lo senti coerente con te stessa e con le tue aspettative. Forse non ti piace l’ambiente, non ti trovi a tuo agio con i colleghi. Ti dà sicurezza sulla carta, ma soffri una mancanza di motivazione e ti senti “fuori posto”.
  • Il SECONDO CASO è tuo se invece lavori come dipendente e sei generalmente soddisfatta della tua mansione, dell’ambiente e anche delle prospettive di crescita. Hai stabilità e un percorso in linea con la tua esperienza e le tue passioni. Eppure senti che “ti manca qualcosa” e questa sensazione ti getta nell’ansia da decisione.
  • Il TERZO SCENARIO è quello che ti vede protagonista se sei una libera professionista o imprenditrice e ti senti schiacciata dalla percezione di instabilità, mancanza di schemi, fluidità e volubilità delle prospettive. Senti di aver bisogno di maggiori sicurezze.

Queste esperienze hanno due elementi in comune: la presenza di un “nodo emotivo” che crea confusione sulla strada da intraprendere, e la sensazione di pressione data dalle aspettative altrui. Tutto questo genera una mancanza totale di lucidità!



Per aiutare le mie clienti a risolvere le loro difficoltà e a chiarire la strada professionale più adeguata a loro, le faccio lavorare su tre aspetti. Seguimi nella lettura se anche tu desideri cominciare ad approcciare la tua situazione in modo efficace.

  • I valori
    Il primo aspetto su cui ti invito a riflettere sono i tuoi valori, guide silenziose che sentiamo dentro di noi sulle quali si basa la valutazione di ogni nostra azione. Se pensi di non sapere quali siano i tuoi, individuarli è il primo passo utile da fare per scoprire la direzione da prendere.
  • Le attitudini
    Il secondo punto fondamentale a cui è bene che tu presti attenzione sono le tue attitudini, ovvero cosa sei portata più naturalmente a fare. Pensandoci, ti accorgerai di essere facilitata e spontanea in alcuni ambiti, e di trovare invece molta difficoltà a destreggiarti in settori che senti più “distanti” da te.
  • Un piano d’azione
    Dopo aver fatto chiarezza sulla tua situazione attuale, devi definire con coerenza la tua meta e pianificare come arrivarci attraverso un piano d’azione dettagliato, che contempli tutto ciò che è fattibile in questo momento della tua vita, oltre che nel breve e medio termine.


Sono tre principi importanti ma difficoltosi da attuare se ti senti paralizzata da una scelta imminente, perché ogni tua valutazione è filtrata dalla mancanza di lucidità, dalla paura e dalla confusione.
Solo se saprai farti largo tra le nebbie che ora distorcono la tua visione, potrai davvero mettere a fuoco questi aspetti-chiave e ponderare le opzioni professionali con oggettività, quindi fare le scelte giuste per te: le TUE scelte.

Scegliere il lavoro giusto - testimonianze di chi ha intrapreso un percorso di Svolta con Cristina Pedretti
La testimonianza di una delle donne che ha intrapreso il mio Percorso 3MesiXSvoltare.

Scegliere il lavoro giusto.

Come dicevo nel paragrafo precedente, i valori sono il primo aspetto fondamentale su cui ti consiglio di concentrarti per fare una valutazione realistica e costruttiva di fronte a scelte che ritieni fondamentali per il tuo futuro.
Di seguito ti suggerisco un processo per definirli e metterli in pratica.

Prima fase: visualizza il tuo mondo ideale.

Sì: visualizza.
Il primo esercizio si basa su una buona dose di immaginazione.
Prenditi del tempo per te, rilassati e concentrati.
Visualizza la tua vita professionale ideale, nei minimi dettagli: immagina cosa fai durante le tue giornate, quali ritmi hai, che routine segui.
Immagina le tue mansioni, le persone che incontri, come ti organizzi e cosa fai nel concreto. Come ti senti, quali sono le tue vittorie e anche le difficoltà che superi. Tutto quello che vorresti davvero per la tua vita professionale.
Immaginalo e poi scrivi lo scenario dettagliato su un foglio.

Seconda fase: elenca i tuoi valori.

Elenca su un altro foglio i tuoi valori portanti, quelli a cui tieni maggiormente.
I valori possono essere anche molto astratti, come “Sicurezza”, “Libertà”, “Fiducia”, oppure più concreti, come “Denaro” e “Famiglia”.
Scrivine una decina e poi tra questi scegline da 3 a 5, i più importanti, e mettili in ordine di priorità: questa è la tua scala dei valori.

Terza fase: dai un voto ai tuoi valori nei tuoi scenari.

Ora fai mente locale sulla tua vita attuale: quanto sono soddisfatti i tuoi valori da 1 a 10? Considera poi la mappa della tua situazione ideale e, allo stesso modo, assegna dei punteggi da 1 a 10 su quanto questi stessi valori sono soddisfatti nello scenario futuro.

Molto probabilmente vedrai una differenza tra la valutazione di alcuni valori, ed è proprio da questa discrepanza che puoi capire il motivo della tua crisi:
partendo dalla consapevolezza di cosa ti rende insoddisfatta, potrai dirigerti verso ciò che ti soddisferà.
Non è il caso di prendere decisioni “di pancia” se in questo momento ti senti sotto stress o molto confusa: prenditi il tempo per capire cosa realmente ti manda in confusione.


Queste tre fasi rappresentano solo il primo step dell’intero processo, ma ti possono già essere di aiuto per sbloccare alcuni aspetti della tua situazione ed andare oltre.


Se ti trovi davanti a un bivio professionale e cerchi un aiuto per fare chiarezza, prenota la tua call conoscitiva adesso!

Analizzeremo insieme la tua situazione e capiremo quali sono i blocchi, le opportunità e i valori che probabilmente non vedi e che possono farti uscire con soddisfazione ed equilibrio da un’impasse destabilizzante! 


Superare una crisi professionale: parole d’ordine “chiarezza” e “coerenza”.

In un solo articolo certamente non è possibile approfondire nel dettaglio la tua situazione specifica e quindi darti indicazioni dettagliate su come risolvere la crisi professionale che stai vivendo. Ho cercato però di avviare in te un processo, molto simile a quello che applico nel mio Percorso 3MesiXSvoltare, che possa aiutarti a superare la tua confusione, attraverso una reale conoscenza di te stessa. 

Per darti un’idea più concreta dei risultati che anche tu potresti raggiungere, ti consiglio di guardare la video-intervista di Emanuela. Dopo una crisi personale e professionale importante, è riuscita a ritrovarsi e ad ottenere un nuovo lavoro che le permettesse di essere una manager di valore e una madre felice e di ispirazione per le sue bambine.



Anche per lei il vecchio adagio “conosci te stesso” si è rivelato valido, sebbene sfidante da mettere in pratica, ma lavorando con impegno è riuscita a riportare nella sua vita la “vera” Emanuela, che sentiva di aver perso da troppo tempo.

…Ricordo quando io stessa mi sono trovata in forte crisi nell’abbandonare un posto fisso che mi dava sicurezza e soddisfazione, ma che non sentivo risuonare nel mio profondo. Ero ancora molto confusa anche se ormai impaziente di cambiare e, durante un pranzo con amici, ho espresso le mie incertezze. A quel punto Diana mi ha detto, con semplicità: “Ma Cristina, tu aiuti tante donne a fare scelte importanti: dovrebbe essere semplice fare lo stesso!”.
Quell’affermazione disarmante è stata per me una rivelazione. Le paure non sono scomparse, ma ho raggiunto quasi istantaneamente la consapevolezza che lasciare il mio lavoro era davvero LA scelta da fare, quella che mi avrebbe fatto sentire davvero coerente ed allineata.

Tutto il resto è venuto di conseguenza.
Ho abbracciato la libera professione, uno stile di vita e lavoro che sento perfettamente adatto a me ed ora guido le donne a costruire la loro autentica realizzazione attraverso il mio Percorso 3MesiXSvoltare.



Per avere il mio aiuto, fissa il tuo appuntamento per una call conoscitiva:
valuteremo insieme se 3MesiXSvoltare è il percorso adatto a te.

error: Content is protected !!
Torna su